Segni clinici della leishmaniosi canina.

Il decorso della malattia è subacuto cronico e i segni clinici della Leishmaniosi Canina sono particolarmente variabili.

I sintomi più comuni sono il dimagrimento, una facile stancabilità, la comparsa della forfora sul pelo dell’animale, la perdita del pelo in diverse zone del corpo, la crescita abnorme delle unghie, la comparsa di sangue dal naso, l’ingrossamento dei linfonodi. E’ consigliabile rivolgersi al veterinario per una visita da ripetersi con frequenza semestrale o annuale per cogliere eventuali segni che al proprietario potrebbero sfuggire e fare degli esami del sangue specifici che anticipano la comparsa dei segni clinici.
La leishmaniosi canina è da ritenersi una malattia molto grave, addirittura mortale quando non curata. Molti cani, infatti, sviluppano una forma di nefropatia cronica con perdita continua di proteine con le urine. Tale forma può esitare in un’insufficienza renale cronica, la condizione che più frequentemente porta a morte l’animale. Un’altra complicazione particolarmente temuta è l’uveite, patologia oculare particolarmente grave che anche se non mortale può comportare la perdita della vista.

Un cane infetto o ammalato di Leishmaniosi deve essere protetto allo stesso modo di un cane sano?

Sia il cane infetto che il cane ammalato sono entrambi dei “serbatoi”: quando l’infezione è attecchita, anche se il cane non esprime i segni della malattia dal punto di vista clinico, sarà comunque un serbatoio del parassita. Questo significa che se gli insetti pungono il cane possono assumere il parassita e trasmetterlo ad altri cani o all’uomo. Non è necessario dunque che un cane sia palesemente ammalato per fungere da serbatoio. Anzi, dai dati oggi disponibili, emerge che la percentuale dei cani infetti è superiore alla percentuale di cani ammalati. Il serbatoio del parassita è dunque molto più ampio di quanto si possa pensare, considerando che molti cani non presentano i sintomi della malattia.
I principi attivi (deltametrina e permetrina), utilizzati nei prodotti che sono alla base delle misure protettive chimiche applicate sul cane, causano la morte dei pochissimi flebotomi che, nel caso pungessero il cane infetto/malato, potrebbero trasferire l’infezione ad altri cani.


Scarica la app!

La prevenzione è importante:
Scalibor® è l’unico collare antiparassitario per cani indicato per ridurre il rischio di leishmaniosi in Italia.

Chiedi al tuo Veterinario!

Privacy/Cookies - Informazioni sui cookies Avvertenze Legali
MSD Animal Healt Srl - Cod. Fisc./P.IVA 01148870155 - Cap. Soc. € 4.918.708 - R.E.A. 680288 - Aut. Pub. n. 56/VET/2017